E-mail in Cloud: pericoli e difesa

Entro il 2021, il 70% delle aziende pubbliche e private utilizzerà servizi E-mail nel cloud (fonte: Gartner).


Il passaggio da soluzioni on-premise a soluzioni cloud ha visto una parallela trasformazione degli obiettivi degli attaccanti.


Con l’evoluzione dei servizi, anche i pericoli aumentano.


Singolo punto di accesso: comodità e insidie


Oggi, l’accesso all’account email di un utente consente di accedere a una vasta gamma di servizi accessori.


Spazio per il backup di documenti, Immagini, Calendari… sono un piatto ghiotto per hacker di ogni latitudine!


Microsoft e Google: servizi completi, bersagli interessanti


Questo è dimostrato chiaramente dal netto incremento degli attacchi ai danni dei servizi di posta elettronica in cloud, come Microsoft Office 365 o Google G Suite.


Un attacco via email riuscito può avere molte conseguenze.


La maggior parte del malware viaggia ancora sulla posta elettronica.


E’ sufficiente una piccola azione sull’email sbagliata per compromettere un’intera organizzazione.


Tra gli attacchi più comuni spiccano le truffe di tipo Business Email Compromise (BEC) e Email Account Compromise (EAC).


Azioni mirate e differenziate


Un approccio multi-livello è fondamentale per rafforzare le misure di sicurezza.


Strumenti moderni gestiti da professionisti


Per fortuna esistono tecnologie di difesa altrettanto avanzate per tutelare i tuoi dati!


White Paper


Nell’approfondimento di oggi presentiamo le più comuni minacce di sicurezza via email che le organizzazioni devono affrontare.


Verranno anche descritte le migliori tecnologie di protezione.


Se vuoi capire come Black Dog Solutions può difenderti, compila la form in contatti e riceverai un White Paper su soluzioni di Cyber Security a tutela dei servizi Cloud.